facebooktwitteryoutube
in Guide - 28 Gen, 2018
by Ignazio Enrico - no comments
Come Vendere Capi di Abbigliamento

Oggi il saper vendere può essere considerata una vera forma d’arte, vendere non è semplice specialmente ai giorni d’oggi dove la moda fa da padrona dove ogni singolo individuo ha dei gusti ben definiti.
Bisognerebbe fare dei veri e propri corsi per commessi, per vedere chi ha l’attitudine a vendere e chi no, quante volte ci imbattiamo in commessi che non sanno neanche loro come soddisfare l’esigenze del cliente.
Vediamo cosa bisogna sapere se si vuole aprire un negozio di abbigliamento, come spiegato su Unragionevoledubbio.com.

Spesso troviamo commessi troppo annoiati che non ti danno nessuno stimolo a compre o commessi invece troppo invadenti che non vedi l’ora di uscire da quel negozio, altri invece troppo scorbutici, e altri antipatici.
E’ anche vero che cercare di soddisfare il cliente spesso diventa una faticaccia perchè di clienti ne esistono di svariate tipologie, il perfettino, il trasandato,il ridicolo, l’aristocratico, il sempliciotto.

Cercare di capire il cliente da parte del commesso è quasi un lavoro mentale, cercare di avere un approccio adeguato per evitare di commettere errori, si rischia di far andare via il cliente senza aver avuto modo di stabilire un contatto
La prima cosa da fare appena entra un cliente è quella di lasciarlo osservare in modo sereno e tranquillo per rendersi conto di cosa il negozio gli mette a disposizione e solo dopo qualche minuto agire.
Per agire non intendo che si vada dal cliente con la mitica frase cosa le serve? Sembra che non diate il tempo di guardarsi attorno, ma sarebbe più gradito dire (se ha bisogno chieda pure, sono qui per servirla).

Così facendo il cliente ha una vaga idea su cosa scegliere poi sarà lui a chiamarvi, perchè sicuramente vi chiamerà nel momento in cui ha individuato qualcosa che gli serve, vi chiederà il colore o la misura di quel capo.
Lasciate che sia lui ad interagire con il commesso, e non voi, una volta stabilità una comunicazione potete permettervi di dare i primi consigli e non di imporvi, se il cliente ha chiesto un articolo specifico cercate di accontentarlo.

Nel momento in cui non è possibile soddisfare le proprie esigenze, potreste dirgli se magari potete mostrargli qualcosa che si possa avvicinare ai gusti del capo chiesto in precedenza fatelo solo se è consenziente.
Non mostrate il capo se lo vedete titubante al massimo chiedete una seconda volta ma non di più risultereste invadenti e prepotenti. Magari potreste dirgli se gli va di dare ancora un’occhiata ai capi esposti.

Quando il cliente ha deciso di provare un capo assecondatelo, e magari risulterete più carini dicendogli se vuole un consiglio dopo averlo indossato chieda pure ma non andate li immediatamente per cercare di convincere che il capo gli sta bene.

Aspettate che esca dal camerino attendete con indifferenza, osservatelo ma senza lasciare lo sguardo costantemente su di lui, vedrete che sarà il cliente stesso a chiedervi come gli sta l’indumento.

Non iniziate immediatamente con il dirgli le sta benissimo sembra quasi una presa in giro come a voler dire se lo compri, ma iniziate con il dire questo capo è molto originale altre persino lo hanno provato e gli stava benissimo.

Su di lei questo capo non sta neanche male, anzi sembra proprio che lo porti con disinvoltura, se lo vedete titubante allora continuate a fargli dei complimenti ma sempre senza esagerare potrebbe rendersi conto che volete che lo acquisti.

Se vedete ancora il dubbio sul suo viso potreste intervenire con un altro capo simile farlo indossare per poi dirgli che il capo che aveva indossato precedentemente a vostro giudizio gli stava meglio.

Ma lasciate che sia lui a rendersi conto se è veritiero, voi poteste riproporgli il capo che ha provato precedentemente per rendersi conto che gli stava meglio, voi con disinvoltura riditegli che a vostro giudizio quello di prima era più indicato.

Se il cliente non ancora convinto vi dirà ci penso e poi magari ritorno dite sempre con galanteria come desidera, non ci sono problemi, però poi aggiungete volevo solo dirle visto che è un capo che si vende molto non vorrei che rischiasse di non trovare la taglia.

Questa è una tattica così chiamiamola che mette in crisi il cliente e per la paura che veramente non possa più trovare il capo è seriamente tentato all’acquisto, mi raccomando non ripetere più di una volta questa frase.

Quindi riassumendo in poche parole per riuscire a vendere, cercate di risultare simpatici, poco invadenti, non troppo insistenti, cordiali, sempre una parola carina al momento giusto, lasciarli nel dubbio quando li vedete titubanti.